Print Friendly, PDF & Email

Sono una spacciatrice…

Ma non mi pento…

Non credo di far male a nessuno, anzi…

Che posso farci? Sono loro che ne hanno bisogno…

E io continuo a spacciare…

Io spaccio Chiffon Cake!

 

Anche questa è una di quelle ricette che faccio fatica a far volar via…

Le mie amiche, ghiotte e epicuree, appena possono, me ne chiedono una, magari in cambio di qualche favore! E io sono ben lieta di accontentarle…

Di questa ricetta credo che nessuna di loro sappia che cosa farsene: continueranno a chiederla a me e io a fargliela con affetto!

Ma una simpatica e deliziosa ospite del nostro b&b, (ok… inutile fare quella faccia stupita… non potete certo sapere tutto della mia vita, eh?) è stata talmente conquistata da questa torta che la sua soddisfazione e il suo entusiasmo mi hanno convinta a regalargliela!

 

Dedico la ricetta di questa torta a tutti quelli che, dopo averla assaggiata, non potranno più fare a meno di questo dolce, leggero come un drappo di chiffon!

 

chiffon cake

 

Ingredienti: (per uno stampo da 18 cm, h 10)

  • 2 uova grandi (oppure 3 medie)
  • 70 ml di acqua
  • 100 g di zucchero semolato
  • 50 g di farina 00
  • 45 g di fecola di patate
  • 1 cucchiaino da caffè di cremor tartaro
  • 2 cucchiaini da caffe di lievito per dolci
  • 40 g di olio di semi di arachidi
  • Buccia di limone

Procedimento:

Dividete gli albumi dai tuorli.

Montate gli albumi finché non siano fermissimi e aggiungete il cremor tartaro, montando ancora per distribuirlo uniformemente.

IMG_7583

Tenete da parte.

In un’altra ciotola unite l’acqua e i tuorli e mescolate per emulsionare.

IMG_7582

IMG_7584

 

Setacciate le farine e aggiungetele al composto di tuorli insieme agli altri ingredienti rimasti.

IMG_7585

Montate con lo sbattitore finché il composto non sia ben gonfio e spumoso, evitando grumi.

IMG_7586

Unite gli albumi montati a neve e incorporateli all’impasto mescolando con una forchetta dal basso verso l’alto, delicatamente, per non smontarli.

IMG_7587

IMG_7588

 

Mettete il composto ottenuto nello stampo NON IMBURRATO E NON INFARINATO e infornate in forno statico già caldo a 160° per 50 minuti, poggiandolo sul ripiano più basso. Successivamente alzate la temperatura a 180° e cuocete ancora per 10 minuti.

IMG_7592

IMG_7594

 

Prima di sfornare la vostra chiffon cake fate la prova stecchino e, se il dolce risulta cotto, estraete velocemente lo stampo dal forno e capovolgetelo, sollevandolo dal piano.

IMG_7595

Fate freddare completamente prima di estrarre la torta dallo stampo.

Passate la lama sottile di un coltello intorno alle pareti dello stampo e poi date un colpetto per staccare il fondo. In alcuni casi, freddandosi, la torta si stacca da sola dallo stampo.

Servite con un’abbondante spolverata di zucchero a velo.

Note:

  • Il cremor tartaro viene usato per stabilizzare gli albumi montati a neve. E’ indispensabile in questa ricetta, ma ormai si trova facilmente in tutti i supermercati.
  • Se lo preferite potete aromatizzare la chiffon cake con i semi di mezza bacca di vaniglia, oppure con un estratto aromatico a vostra scelta.
  • Lo stampo per la chiffon cake è uno stampo speciale. Intanto deve essere rigorosamente in alluminio, a pareti lisce, il più delle volte con il buco al centro per poter poggiare lo stampo sul collo di una bottiglia per farlo freddare. Poi è molto grande, perché la dose originale prevede l’utilizzo di 6 uova (e ovviamente degli altri ingredienti in proporzione!). Alcuni stampi hanno dei “piedini” su cui poggiare la teglia al momento di rovesciarla, per tenerla sollevata dal piano. Io preferisco farla di dimensioni ridotte e avevo già in casa uno stampo in alluminio, seppur non a pareti lisce. Per quanto riguarda i piedini, beh, poggio i bordi della teglia su delle tazze!!!
  • Ricordatevi che è assolutamente VIETATO imburrare lo stampo (o utilizzare uno stampo antiaderente), pena il collasso della torta quando la farete freddare a testa in giù!
  • Freddate la torta in questo modo inusuale serve ad intrappolare l’aria al suo interno. È il segreto principe per la leggerezza di questa torta.
  • La torta si mantiene morbida per qualche giorno, purché avvolta con pellicola per alimenti.

Potrebbe interessarti anche

[yuzo_related]

Hai provato questa ricetta? Fotografa il tuo piatto e inseriscilo nei commenti, la tua foto apparirà anche nella pagina delle foto dei lettori!

4 Comments on Chiffon cake

  1. Sabrina
    16 Novembre 2016 at 3:47 pm (4 anni ago)

    Come vi sembra? Io direi bella, no? E anche buonissima!!!

    Rispondi
    • Raffaffy
      16 Novembre 2016 at 3:50 pm (4 anni ago)

      Io direi davvero magnifica!!! Grazie a te della condivisione.

      Rispondi
  2. Loredana
    26 Febbraio 2017 at 8:31 am (4 anni ago)

    ….dopo molti tentativi, sono stata premiata!!!! É quasi come quella della mia amica….

    Rispondi

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

Comment *






Accetto la Privacy Policy

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.