Print Friendly, PDF & Email

Se qualcuno, tempo fa, mi avesse detto che avrei fatto lo yogurt fatto in casa tutti i giorni, non gli avrei creduto! E invece eccomi qui a darvi la ricetta… Lo yogurt che otterrete sarà cremoso e non acido.

Io che dovevo sempre trovare il modo per smaltire lo yogurt, se ne comperavo, o che correvo a comperarlo, se avevo una fame improvvisa, ora ho trovato la pace dei sensi. In circa 8 ore è pronto, non c’è bisogno della yogurtiera, è economico e, dopo qualche ora di frigo, è perfetto per tutti gli usi.

Vedrete, anche voi non smetterete più di farlo.

 

 

Ingredienti: (per circa 1 litro di yogurt)

  • 1 litro di latte (vedi note)
  • 6 cucchiai di yogurt intero

Occorrente:

  • 6 barattoli di vetro da 150 ml

Procedimento:

Portate il latte quasi ad ebollizione (circa 90°) per eliminare gli eventuali batteri che potrebbero inibire la fermentazione. Abbassate la fiamma al minimo, lasciate sul fuoco bassissimo per circa 10 minuti, in questo modo l’acqua evaporerà e lo yogurt sarà molto più denso. Spegnete e fate raffreddare coperto fino ad una temperatura di 35-40°.

  • Attenzione a questo passaggio perché, se il latte è troppo caldo, i fermenti potrebbero morire.

Versate il latte in una ciotola passandolo attraverso un colino.

Aggiungete lo yogurt e mescolate delicatamente con una frusta in modo da non avere grumi.

Versate il composto nei barattoli di vetro e chiudete con il coperchio.

Scaldate il forno a 50° e spegnetelo. Inserite i barattoli, magari avvolti in un panno, e fate riposare per circa 8 ore, senza mai muoverli o spostarli.

A questo punto lo yogurt è pronto, ma è preferibile lasciarlo in frigorifero qualche ora per farlo solidificare maggiormente.

Eliminate l’eventuale siero in eccesso formatosi nei barattoli.

Se lo yogurt fosse troppo liquido per i vostri gusti, anche dopo essersi raffreddato, colatelo leggermente attraverso un panno di cotone.

Lo yogurt fatto in casa si conserva in frigorifero per circa 7-10 giorni.

Note:

  • Utilizzate come primo starter uno yogurt che abbia una scadenza molto lontana. Questo perché sarà maggiore la forza e la vitalità dei fermenti lattici. Per le volte successive utilizzate come starter il vostro stesso yogurt fatto in casa.
  • Usate il tipo di latte preferito, meglio se di alta qualità, sia intero che parzialmente scremato. Lo yogurt, però, sarà più denso se il latte contiene più grassi. Per un effetto vellutato e cremosissimo, aggiungete al latte una parte di panna fresca liquida e poi procedete da ricetta.
  • Con il latte a lunga conservazione (UHT) potete omettere il passaggio della bollitura.
  • Per aromatizzare lo yogurt con la vostra frutta favorita, fatela a dadini o frullatela e aggiungetela allo yogurt SOLO al momento di mangiarlo per non renderlo troppo acquoso.
  • Se non avete un termometro da cucina, aggiungete lo yogurt quando, con un dito, sentirete il latte leggermente tiepido.
  • Lo yogurt fatto in casa è ottimo al naturale o con un po’ di miele. Io l’ho servito con una gelée di pesche bianche. Ma se preferite provatelo con una gelée di fragole oppure con delle favolose ciliegie sciroppate!
  • Cercate qualche idea con lo yogurt? Guardate qui!

Potrebbe interessarti anche

[yuzo_related]

Hai provato questa ricetta? Fotografa il tuo piatto e inseriscilo nei commenti, la tua foto apparirà anche nella pagina delle foto dei lettori!

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

Comment *






Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.