Print Friendly, PDF & Email

Oggi c’è il sole…

Beh, c’era anche ieri…

Oggi mi sembra che ce ne sia di più…

“Più di ieri, meno di domani”… non si dice così?

Ma è oggi che non ho proprio voglia di cucinare.

Non domani.

Domani chissà…

Ma a casa hanno fame… che preparo?

Se mi chiamano non rispondo. Faccio finta di non esserci… se non respiro non mi noterà nessuno…

Inspiro a fondo per trattenere l’aria…

Caspita, sono passati solo 3 secondi?

Vabbè, espiro…

Devo ricordarmi di fare un corso di apnea… così, tanto per suicidarmi!

Ma basta fare i capricci! In frigo ho un barattolino di pesto di menta e limone…

Fresco, avvolgente, inaspettato… e pronto!

Sono salva…

Posso tornare a godermi il sole (e l’aria!)… ancora per un po’… almeno finché l’acqua non bolle…

IMG_3741.JPG_edited

Questo pesto è di una semplicità disarmante. E di una comodità accattivante. Si prepara in un attimo e si mantiene in frigo per una settimana. E anche di più… così sarete liberi di godervi il sole. Beh, quando c’è!

Ingredienti: (per circa 4 porzioni)

  • 60/70 g di pecorino romano non troppo stagionato
  • 30 g di mandorle pelate
  • Un ciuffo abbondante di foglie di menta fresca
  • La buccia di ½ limone
  • Aglio (facoltativo e secondo le vostre preferenze)

Procedimento:

fate tostare brevemente in padella le mandorle sbucciate.

Se non le avete senza la buccia, potete facilmente ottenerle facendole sbollentare per 1 minuto. Poi scolatele e strizzate la pellicina che le ricopre tra due dita. Verrà via in un attimo.

 

Mettete in un mixer, dotato di lame di acciaio, il pecorino tagliato in pezzi.

Aggiungete la buccia, in piccoli pezzi, del limone, prelevata con un pelapatate senza intaccare l’albedo, la parte bianca amara. Fate andare il mixer e tritate bene

.IMG_3738.JPG

Ora unite le foglie di menta lavate e asciugate. Se le foglie sono grandi, e quindi meno tenere, io le spezzetto togliendo la nervatura centrale. Tritate ancora.IMG_3739.JPG

 

Unite l’aglio, se lo usate. Per questa quantità di pesto io ne metto la punta di uno spicchietto. Tritate, tritate, tritate…

Ora unite le mandorle e tritate usando il tasto ad intermittenza. Le mandorle non devono polverizzarsi, ma devono essere ben riconoscibili. Questo darà un piacevole tocco croccantino al piatto.

IMG_3740.JPG

Quando la pasta sarà cotta al punto giusto, scolatela non troppo asciutta, tenendo da parte un po’ di acqua di cottura. Versatela in una zuppiera e mantecate con il pesto. Se serve, aggiungete un po’ di acqua di cottura, non troppa, altrimenti il  formaggio non formerà la cremina.

Per il formato di pasta scegliete in base ai vostri gusti. Con un formato di pasta corta non si sbaglia mai. Ma neanche con un tonnarello verace. In questo caso potrebbe volerci un pochino di acqua di cottura in più perché la pasta fresca ne assorbe in maggiore quantità. Un giro di olio è consentito… mica è un cacio e pepe!

IMG_3755

Potrebbe interessarti anche....

Hai provato questa ricetta? Fotografa il tuo piatto e inseriscilo nei commenti, la tua foto apparirà anche nella pagina delle foto dei lettori!

2 Comments on Pesto di menta, pecorino, mandorle e limone

  1. Stefiza
    4 giugno 2015 at 10:35 am (3 anni ago)

    Questo mi attira troppo….ho giusto una pianta di menta che mi sta dando grosse soddisfazioni….quasi quasi stasera….devo solo comprare il pecorino…niente aglio per me please.

    Rispondi
    • Raffaffy
      4 giugno 2015 at 11:32 am (3 anni ago)

      Anche con il parmigiano rende bene! Fammi sapere!

      Rispondi

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

Comment *