Print Friendly, PDF & Email

E’ sempre lei la causa se non proprio di tutto, almeno dei chili che ho messo su in questi mesi.
Eh si perché io sul suo blog non devo andarci! Lo so che poi trovo sempre qualcosa che cattura la mia attenzione.
E magari fossero cose elaborate, di quelle che ti dici….se vabbè e chi c’ha tempo!…
…no! trovi cose che si fanno in 5 minuti, che ti fanno venire voglia di provarci subito…se non fosse che sei in ufficio e non hai gli ingredienti.
Cosi vai a casa, cucini la cena, ti sogni una mezzoretta sul divano con copertina e gatti addosso
…e nel mentre ti dici…si vabbè ma ci vogliono solo 5 minuti…
Ed è così che ti frega!
Butto giù i gatti dalla pancia (dove stanno morbidissimi eh), mi alzo dal divano, rassegnata che non avrò pace finché quei bon bon non diventano materiali.
Rileggo la ricetta…troppo facile, deve esserci il trucco. Invece no, non c’è trucco non c’è inganno.
5 minuti netti e le vostre pupille gustative faranno la hola.

ho parlato troppo….vediamo come farli.

La mia pusher indica la ricetta per 10 bon bon, io devo averli fatti veramente piccini perché me ne sono usciti quasi il doppio (altra scusa per mangiarne di più no???).

  • 55 gr di cocco (o farina di mandorle)
  • 90 gr di zucchero a velo
  • 2 cucchiai abbondanti di panna fresca o vegetale (a me sono serviti 3 abbondanti)

Per la copertura:

  • cacao amaro in polvere (o se preferite, zuccherato)
  • cannella (non obbligatoria ma ci sta divinamente!)

Mescolare tutti gli ingredienti, prima con un cucchiaio e dopo con le mani, stringendo l’impasto come a strizzarlo. Se vedete che è troppo “bricioloso” aggiungete poca panna, l’impasto deve risultare un po’ compatto in modo da formare delle palline.

A questo punto prendete un po’ di impasto e lavoratelo con le mani in modo da formare delle palline della grandezza che preferite, io ho voluto farli piccini, più o meno due cm di diametro.

Rotolateli nella polvere di cacao mescolata alla cannella.

Ora pappateli. 🙂

Dopo che li avete assaggiati, provateli con la farina di mandorle….STRE PI TO SI!

L’unica accortezza è che la farina di mandorle caccia un po’ di olio e quindi c’è bisogno di meno panna per compattare l’impasto.

EDIT: Su richiesta di un’amica, ho provato a fare i bon bon con la farina di mandorle sostituendo la panna con un po’ di latte e ho aggiunto un cucchiaino di rum. Sono venuti fantastici. Quindi per gli intolleranti al lattosio o i vegani, potete provarli con panna vegetale o con poco latte di soia.

20150302_210851

Potrebbe interessarti anche

[yuzo_related]

Hai provato questa ricetta? Fotografa il tuo piatto e inseriscilo nei commenti, la tua foto apparirà anche nella pagina delle foto dei lettori!

4 Comments on bon bon al cocco o mandorle

  1. arabafelice
    3 Marzo 2015 at 2:34 pm (5 anni ago)

    Ehhehehehe visto che furbata? E non vedo l’ora di provare la tua variante con le mandorle.
    Per il resto, sono anche istruttrice di fitness….ti invito a qualcuna delle mie lezioni così puoi continuare a mangiare bon bon 😀

    Rispondi
    • stefiza
      3 Marzo 2015 at 2:40 pm (5 anni ago)

      Si ho letto sul tuo blog che fai anche quello….secondo me le tue giornate durano di più delle mie, di’ la verita! 😀
      Più che lezione di fitness mi ci vuole una maratona di new york al giorno se continuo a leggere le tue ricette!

      Rispondi
  2. laura
    11 Dicembre 2016 at 7:42 pm (3 anni ago)

    salve per quanti gg si mantengono? e li conservo in frigo?
    grazie mille

    Rispondi
    • Stefiza
      12 Dicembre 2016 at 1:26 pm (3 anni ago)

      Ciao Laura,
      Direi non più di una settimana e sicuramente in frigorifero visto che hanno come base la panna fresca.
      Facci sapere se ti sono piaciuti e mandaci una foto!
      Ciao!
      Stefiza

      Rispondi

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

Comment *






Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.