Print Friendly, PDF & Email

Ciambelle fritte

Avevo questa ricetta nell’elenco delle ricette da provare da veramente tanto tempo da non ricordare purtroppo più la sua provenienza, mi scuso da ora se non posso citare la fonte.

La ricetta è molto semplice e il risultato è una ciambella morbidissima che si scioglie in bocca!

Partiamo con gli ingredienti che io ho ridotto per ottenere 8 piccole ciambelle, voi raddoppiate pure o triplicate anche!

 

Dosi per 8 ciambelle piccole:

  • 140 gr di farina 00
  • 100 gr di patate lessate
  • 20 gr di olio di arachidi
  • 1 uovo medio
  • 4 gr di lievito di birra (meno di 1/4 di panetto)
  • 2 cucchiai scarsi di acqua tiepida
  • 25 gr di zucchero
  • vaniglia
  • olio di arachidi per friggere
  • zucchero semolato per la copertura (no zefiro)

Procedimento:

Per prima cosa lessate le patate, in modo tradizionale oppure al microonde come ho fatto io.

Cottura al microonde:

Lavate le patate e senza asciugarle mettetele in una ciotola coperta da un piatto

Ciambelle fritte

Ciambelle fritte

 

Cuocete alla massima potenza a intervalli di 3-4 minuti controllando con una forchetta o uno stuzzicadenti il livello di cottura.

 

Sciogliere il lievito di birra nell’acqua tiepida.

Con tutta la buccia schiacciate le patate con uno schiacciapatate e prelevate il giusto peso della purea.

Lasciate intiepidire un po’ e aggiungete in una ciotola tutti gli ingredienti tranne la farina. Mescolate bene con una frusta e se vedete che l’ìimpasto contiene dei grumi (ad esempio le patate possono essersi cotte in modo non uniforme e quindi alcuni pezzettini non si sono schiacciati bene) date una passata con un frullatore ad immersione per ottenere un composto liscio ed omogeneo

Ciambelle fritte

Ciambelle fritte

 

Incorporate la farina e lavorate prima con un cucchiaio di legno e poi versare sulla spianatoia lavorando un po’ con le mani.

L’impasto risulta molto molto morbido e appiccicoso. Cercate in ogni caso di non aggiungere farina se non quella necessaria a non far attaccare l’impasto al piano e alle mani.

Staccate un pezzetto di impasto e formate una pallina. Infarinate un dito e bucate il centro della pallina, poi con un movimento di rotazione allargate il buco della ciambella facendo roteare la pasta intorno al dito, un po’ come si fa per preparare i bagel.

 

Ciambelle fritte

Ciambelle fritte

Ciambelle fritte

 

Trasferite le ciambelle su una leccarda ricoperta di carta da forno e ben infarinata, lasciando parecchio spazio tra una ciambella e l’altra perché in lievitazione cresceranno un bel po’.

Coprite con carta da forno e mettete a lievitare in un posto tiepido,fino al raddoppio. Io normalmente lascio in forno spento dopo aver acceso qualche minuto a 50°, Ci vorranno circa due ore di lievitazione.

 

Ciambelle fritte

Ciambelle fritte

 

Passato il tempo di lievitazione, mettete una padella sul fuoco con abbondante olio di arachidi (il migliore per friggere a mio avviso perché insapore e tra gli oli di semi quello che regge meglio le alte temperature).

Mentre l’olio raggiunge la temperatura giusta, preparate tre piatti, uno con carta assorbente, uno con zucchero semolato e un altro dove mettere le ciambelle cotte.

Mettete un pizzico di farina nell’olio e se sfrigola, iniziate a friggere le ciambelle prelevandole dalla teglia con l’aiuto di una paletta, non provate a farlo con le mani perché le ciambelle sono morbidissime e non riuscirete a prenderle.

 

Ciambelle fritte

Ciambelle fritte

 

Abbassate un po’ la fiamma e friggete da entrambi i lati senza dorarle troppo.

Scolatele dall’olio e passatele velocemente su carta assorbente e poi immediatamente nello zucchero, sia da una parte che dall’altra.

Ciambelle fritte

Cercate di lasciarle freddare prima di avventarvici sopra….!

Ciambelle fritte

 

Potrebbe interessarti anche....

Hai provato questa ricetta? Fotografa il tuo piatto e inseriscilo nei commenti, la tua foto apparirà anche nella pagina delle foto dei lettori!

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

Comment *