Print Friendly, PDF & Email

Io e la dieta siamo amiche da tempo…

Andiamo a cena insieme…

Mangiamo il gelato insieme…

Sediamo allo stesso tavolo in pizzeria…

Per non parlare di quando ci sdraiamo l’una accanto all’altra sul divano, magari in compagnia di un barattolo di Nutella!

Visto che ci frequentiamo molto, anche se non andiamo troppo d’accordo, stavolta ho preparato una ricettina proprio adatta e lei!

Un morbido, succoso, prosciutto di pollo.

Senza nitriti e nitrati (i cavalli non c’entrano, eh!) presenti negli insaccati che, ho scoperto, proprio perché servono ad impedire l’ossidazione dei grassi (e lo sviluppo di agenti patogeni) finisce anche che conservano il nostro grasso corporeo impedendogli di consumarsi.

Aggiungo altro???

La ricetta viene direttamente dal Giappone, dove si mette in mostra nei loro curatissimi e ineguagliabili Bento.

E, se volete, date per curiosità una sbirciata qui (in inglese).

i tempi di riposo della carne sono un po’ lunghi, ma la fatica è pari a zero!

Per dovere di cronaca riporto qui anche uno dei tanti siti in italiano da dove ho preso spunto e avuto conferme.

prosciutto di pollo (torihamu)

Ingredienti: (per 4 persone)

  • 500 g di petto di pollo intero (o a fette)
  • 3 cucchiaini di sale
  • 2 cucchiaini di miele (o zucchero bianco o di canna)
  • Aglio
  • Erbe aromatiche miste (rosmarino, salvia, dragoncello, maggiorana, alloro, timo, pepe… ecc. ecc.)

Occorrente:

  • Sacchetti per congelare
  • Sacchetto per la cottura senza grassi

Procedimento:

Preparazione

Prendete il petto di pollo, sciacquatelo e asciugatelo. Eliminate l’ossicino centrale a forcella, la cartilagine e le parti grasse.

Apritelo  a libro.

Per aprire a libro il petto di pollo dovete tenere una mano sulla parte sinistra del petto, praticare un taglio nella parte più spessa e, procedendo dal centro verso sinistra, con la lama di un lungo coltello messa di piatto, arrivare al bordo, ma senza staccare il pezzo.

Ora, senza girare la carne, praticate un taglio sulla parte destra, sempre senza arrivare fino in fondo.

IMG_5354

IMG_5357

IMG_5358

 

 

Se non volete utilizzare il petto di pollo intero potete eseguire la ricette con il pollo a fette. Disponetelo sul tagliere una fetta accanto all’altra, in modo da non lasciare buchi e formando un rettangolo.

Battete leggermente la carne, proteggendola sempre con un foglio di carta forno o con della pellicola per non sfibrarla.

IMG_5359

 

Marinatura:

Preparate ora un trito abbondante delle erbe aromatiche che preferite. Cospargete il pollo con queste erbe e mettetelo in un sacchetto di plastica per alimenti (quelli per il freezer).

Inserite all’interno anche il sale e il miele.

IMG_5361

Massaggiate bene la carne in modo che sia uniformemente condita, poi cercate di eliminare più aria possibile dal sacchetto. Chiudetelo e mettete a marinare per 48 ore in frigo.

IMG_5362

Nota: il tempo di marinatura può variare da 5 a 48 ore. Ovviamente minore sarà il tempo della marinatura, minore sarà il tempo di dissalazione in acqua.

Dissalazione:

Passati i due giorni sciacquate la carne sotto acqua corrente fredda e mettete il petto di pollo a bagno in una ciotola con acqua fredda per circa un’ora.

IMG_5369

Cottura:

Asciugate la carne e apritela sul tagliere. Conditela con delle erbe fresche tritate della stessa varietà di quelle usate nella fase di marinatura.

IMG_5372

Arrotolate la carne, come per un arrosto e legatela con uno spago da cucina. Mettetela dentro un sacchetto per la cottura senza grassi (il saccoccio per intenderci! Mi raccomando NON i sacchetti per il freezer)) e chiudetelo bene.

IMG_5374

IMG_5375

Se non trovate i sacchetti per cuocere potete utilizzare della carta forno, ben avvolta e chiusa a pacchetto intorno al rotolo, e poi avvolgere il tutto in un abbondante foglio di alluminio.

Portate ad ebollizione una pentola di acqua che possa contenere il pollo e fatelo cuocere per 5 minuti.

IMG_5377

Spegnete il fuoco, mettete il coperchio e fate raffreddare completamente.

Cotture alternative: bollito senza sacchetto (il brodino sarà ottimo, ma il prosciutto meno saporito) oppure al forno a 120° per 35-40 minuti (ovviamente senza sacchetto!).

Quando sarà freddo toglietelo dall’acqua, aprite il sacchetto e scolate il liquido (buonissimo).

IMG_5387

IMG_5388

 

Potete conservarlo in frigo per 5-6 giorni, oppure potete congelarlo già tagliato a fette sottili per ogni evenienza.

È ottimo consumato al naturale, in un panino con maionese oppure come complemento di una fresca insalata.

Nota: si può sostituire il pollo con fesa di tacchino o lonza di maiale.

 

 

Potrebbe interessarti anche....

Hai provato questa ricetta? Fotografa il tuo piatto e inseriscilo nei commenti, la tua foto apparirà anche nella pagina delle foto dei lettori!

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

Comment *






Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.