Print Friendly, PDF & Email
Salmone in salsa all'aneto
Salmone in salsa all’aneto

Questa salsa è la mia passione, ogni tanto andavo all’ikea solo per mangiare il loro salmone condito con questa salsa all’aneto.

Poi l’hanno tolta e io sono piombata nella disperazione più assoluta!

Finché gironzolando un po’ su internet ho trovato qualche idea per poterla prepaprare in casa, e così ora è diventata la passione di tutta la famiglia.

Unica raccomandazione, dotatevi di una bella pagnotta di pane per farci la scarpetta (a Roma diciamo così, voi pucciatela pure!!)

 

Per 4 persone (che mangiano poco…)

  • 4 filetti di salmone (ma va bene anche il merluzzo)

per la salsa:

  • 400 ml di brodo (circa due bicchieri) (io brodo fatto con il dado)
  • 30 gr di burro
  • 30 gr di farina
  • succo di 1 limone
  • aneto fresco o in polvere

Accendete il forno a 180°

Mettete sul fuoco il brodo (o l’acqua e il dado).

Sciogliete il burro (io al microonde) e unite la farina mescolando bene per eliminare i grumi.

Quando il brodo inizia a bollire versate il composto di burro e farina e con una frusta girate energicamente per un minuto circa finché non si addensa un po’.

 

 

Spegnete il fuoco e versate il succo di limone e l’aneto a vostro gusto.

Adagiate i filetti di pesce in una teglia non troppo grande e versateci sopra la salsa a coprire.

 

Infornate per 20-30 minuti a seconda dello spessore dei filetti.

Note:

  • La cosa più difficile di questo piatto è reperire l’aneto. Io l’ho trovato fresco solo al carrefour e ne ho preso un bel po’ e congelato. Mentre in un supermercato molto fornito l’ho trovato secco in bustine e ho fatto scorta.
  • Appena sfornato la salsa può risultare un po’ liquida, aspettate una decina di minuti prima di servirlo.
  • La salsa una volta preparata può anche essere surgelata ed utilizzata successivamente

 

Potrebbe interessarti anche....

Hai provato questa ricetta? Fotografa il tuo piatto e inseriscilo nei commenti, la tua foto apparirà anche nella pagina delle foto dei lettori!

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

Comment *