Print Friendly, PDF & Email

In occasione del…esimo (!) compleanno della mia cuginetta abbiamo festeggiato ad Assisi. Una giornata davvero indimenticabile.

Passeggiata nelle splendide viuzze, visita alla Basilica di San Francesco e a quella di Santa Chiara, qualche piccola chicca architettonica scoperta gironzolando e,immancabilmente, pranzo!!!

Ci siamo fermati in un ottimo ristorante, “Il Frantoio”, dove ci siamo deliziati con questi sformatini al tartufo con fonduta di pecorino fresco.

Cioè…

Non proprio con questi…

Ora vi racconto…

Ci erano piaciuti talmente tanto che, dopo varie congetture a ogni boccone su ingredienti e procedimento, con una faccia tosta di quelle da oscar, abbiamo chiesto la ricetta al Maitre, assicurando che, come nostra abitudine, avremmo citato e linkato il ristorante e lo chef.

Non abbiamo avuto la ricetta, ma solo una piccola lista di ingredienti (che, tra l’altro, visto il nostro innegabile talento culinario (!!!), avevamo già ben chiara!).

Perciò, con le sole nostre forze, al rientro, ci siamo messe a fare qualche prova e ci sembra di aver ottenuto un ottimo risultato. Io e la mia cuginetta eravamo in disaccordo solo sulla salsa. Io la ricordo con il tartufo, lei completamente bianca.

Beh, decidete voi come la preferite e fatecelo sapere!!!

Ps. Il link al ristorante lo abbiamo messo ugualmente perché vale davvero la pena di provare gli sformatini al tartufo originali!

Ingredienti: (per 6 persone)

  • 500 ml di besciamella pronta (o besciamella turbo)
  • 1 uovo
  • 100 g di Parmigiano Reggiano o Grana Padano grattugiato
  • 1 cucchiaio grande di salsa al tartufo
  • Noce moscata
  • Sale e pepe

Per la fonduta:

  • 200 g pecorino fresco
  • 100 ml di latte
  • 1 cucchiaino di amido di mais
  • 1 cucchiaio di salsa tartufata

Procedimento:

Per la fonduta:

Tagliate a dadini piccoli il pecorino fresco. Mettetelo in un pentolino con il latte e l’amido di mais.

Fatelo sciogliere a fuoco dolcissimo, mescolando, e, se la usate, aggiungete la salsa al tartufo.

Per gli sformatini:

Versate la besciamella (fatta da voi o comperata) in una ciotola. Aggiungete a piacere sale, pepe, noce moscata. Unite l’uovo, la salsa tartufata e il Parmigiano. Mescolate bene con una frusta o con una forchetta, rendendo omogeneo il composto.

Imburrate gli stampini in alluminio e dividete l’impasto al loro interno.

Appoggiate gli stampini su una leccarda coperta con un dito di acqua calda e cuocete a bagnomaria a 200° per 30 minuti.

Fate intiepidire gli sformatini affinché si compattino leggermente.

Con un coltello staccate il composto dal bordo degli stampini e rovesciate su un piatto.

Servite con la fonduta di pecorino ben calda.

Note:

  • Se siete i fortunati possessori di un tartufo fresco, sostituite senza indugi (e con autentica gioia!) la salsa tartufata.
  • Gli sformatini si possono surgelare. Potete cuocerli ancora surgelati, aumentando i tempi di cottura in forno, oppure fate scongelare e procedete come da ricetta.
  • Ricetta perfetta per fare bella figura a Natale o a una cena chic, magari anche per un romantico San Valentino!

Potrebbe interessarti anche....

Hai provato questa ricetta? Fotografa il tuo piatto e inseriscilo nei commenti, la tua foto apparirà anche nella pagina delle foto dei lettori!

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

Comment *






Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.