Print Friendly, PDF & Email

C’è aria di aperitivo e cosa ci può essere di meglio se non provare qualcosa di delizioso come dei nachos fatti in casa???

Facili e veloci, sicuramente non ne rimarrete più sprovvisti. Scegliete la vostra versione preferita tra quelli fritti oppure quelli cotti al forno, sono comunque perfetti per ogni occasione.

 

 

Ingredienti: (per circa 300-350 g di nachos)

  • 200 g di farina di mais precotta + 50 g per spolverare
  • 200 g di acqua
  • Sale e pepe
  • Un pizzico di coriandolo in polvere e paprika (e/o cumino in polvere)
  • Olio di semi di arachidi per friggere

Procedimento:

Mescolate la farina di polenta con l’acqua e il sale e impastate fino ad ottenere un composto liscio e omogeneo. Se il composto tende a sbriciolarsi, aggiungete ancora poca acqua.

 

 

Stendete il panetto ottenuto tra due fogli di carta da forno e realizzate una sfoglia molto sottile di circa 2-3 mm.

 

 

Spolverizzate la superficie con la farina di polenta rimasta, mescolata con il coriandolo e la paprika (e/o il cumino in polvere).

 

 

Ritagliate in cerchi e poi in triangoli (come potete vedere io invece ho fatto delle losanghe!) e friggete i nachos per pochi minuti in olio di arachidi a circa 170°. Appoggiateli su carta assorbente per eliminare l’olio in eccesso.

 


Se lo preferite, potete prediligere la cottura al forno, sistemando i nachos su una leccarda coperta di carta forno leggermente unta di olio. Cuocete a 180° per circa 10-15 minuti, rigirando a metà cottura.

Completateli con del guacamole o un’insalata di pomodori,oppure accompagnateli a dei fagioli neri o ricopriteli di formaggio (ad esempio cheddar) e gratinateli in forno per il massimo piacere!!!

 

 

Potrebbe interessarti anche

[yuzo_related]

Hai provato questa ricetta? Fotografa il tuo piatto e inseriscilo nei commenti, la tua foto apparirà anche nella pagina delle foto dei lettori!

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

Comment *






Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.