Print Friendly, PDF & Email

Chi, da bambino, non ha giocato con le stelle filanti?

Che poi, noi bambini, preferivamo i coriandoli…

Erano le nostre madri a preferire le lunghe strisce di carta che si raccoglievano prima dal pavimento di casa e non te le ritrovavi dietro ai mobili fino al Natale dell’anno successivo…

Che, come si infilassero lì dietro, i maledetti, non si sa!

E allora, per poterli tirare, si andava mascherati nella via principale della città e si lanciavano all’altro bambino mascherato che passeggiava nel senso opposto.

Un comportamento codificato…

Se la sua maschera, poi, era più bella della nostra, il lancio veniva meglio…

Perché era un po’ più carico di odio e quindi i coriandoli andavano più lontano!

E magari si poteva anche mirare direttamente ai punti vitali!

Di tempo ne è passato da allora…

Maschere ne indossiamo ancora…

Meno evidenti…

Ed al posto di coriandoli e stelle filanti di carta ci facciamo un ricco piatto di pasta colorata!

 

stelle filanti di pasta

Ingredienti: (per 4 mangioni o 6 persone normali)

Per la pasta gialla:

  • 1 cucchiaio di curcuma
  • 1 uovo
  • 100 g di farina di grano duro

Per la pasta rossa:

  • 2-3 cucchiai di concentrato di pomodoro
  • 1 uovo
  • 100-120 g di farina di grano duro

Per la pasta verde:

  • 50 g di spinaci lessati e tritati
  • 1 uovo
  • 150 g di farina di grano duro

Per la pasta nera:

  • 1 cucchiaino di nero di seppia (aggiungetene poco per volta per raggiungere il colore desiderato)
  • 1 uovo
  • 100 g di farina di grano duro

Procedimento:

Cominciate col preparare la pasta gialla e poi proseguite con la rossa, la verde e la nera. In questo modo potrete evitare di lavare la ciotola del mixer dopo ogni impasto.

Mettete gli ingredienti nel mixer e mescolate finché non si sia formata una palla.

Proseguite a preparare tutti gli altri colori.

Lavorate ogni panetto, per renderlo omogeneo, sul piano di lavoro, mantenendo gli altri avvolti nella pellicola.

IMG_6088

Tirate la pasta, utilizzando la macchina o il mattarello.

Quando avrete raggiunto il vostro spessore preferito, procedete a formare le fettuccine, con l’apposito accessorio della macchina per la pasta o a mano.

IMG_6090

Note:

  • Se volete ottenere altri colori potete usare (per ogni uovo) 50 g di carote cotte e frullate per l’arancione, 30 g di cacao amaro per il marrone (ottime con la selvaggina), 50 g di barbabietola cotta e frullata per il fucsia e 50 g di mirtilli sbollentati, frullati e passati al setaccio per il viola.
  • Quasi certamente sarà necessario aggiungere della farina in più, soprattutto per l’aggiunta di ingredienti molto umidi, come gli spinaci. Regolatevi voi in base all’umidità del singolo ingrediente.
  • Per non coprire i colori, consiglio di condire la pasta, che è comunque già saporita di suo, con del semplice burro fuso, aggiungendo magari del parmigiano grattugiato soltanto in tavola.
  • Se le fate prima, conservate la pasta già tagliata su un canovaccio da cucina cosparso di farina. Cospargete con la farina anche la pasta, muovendola un po’, in modo che non attacchi.
  • Che ne direste, per Halloween, di un bel piatto di pasta nera e arancione?
[yuzo_related]

Hai provato questa ricetta? Fotografa il tuo piatto e inseriscilo nei commenti, la tua foto apparirà anche nella pagina delle foto dei lettori!

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

Comment *






Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.