Print Friendly, PDF & Email

La torta tenerina, scioglievole e deliziosa, nasce a Ferrara nel secolo scorso. La caratteristica di questo dolce squisito è quella di essere molto cioccolatoso, umido, quasi come se si gustasse una mousse un po’ più compatta. In più è senza glutine, il che rende  questa torta perfetta per tutti gli intolleranti.

Il freddo è ormai arrivato e possiamo mettere via la scusa che il cioccolato d’estate non si mangia!

 

 

Ingredienti: (per una tortiera di circa 24 cm)

  • 300 g di cioccolato fondente
  • 150 g di burro
  • 50 g di zucchero
  • 5 uova
  • 2 cucchiai di farina di riso o farina 00 (facoltativi)

Procedimento:

Mettete in un pentolino il burro con il cioccolato e fate fondere a bagnomaria. Poi lasciate intiepidire.

 

 

 

Dividete gli albumi dai tuorli e montate quest’ultimi molto bene e a lungo con lo zucchero finché saranno bianchi, gonfi e spumosi. Se la utilizzate, ora aggiungete la farina (di riso o 00) aiutandovi molto delicatamente con una spatola per non smontare le uova.

Montate a neve ferma gli albumi.

 

 

Unite il composto di cioccolato e burro, a questo punto tiepido, ai tuorli, mescolando delicatamente.

 

 

Poi unite gli albumi a neve con movimenti dal basso verso l’alto per non smontare il composto.

 

 

 

Bagnate e strizzate un foglio di carta forno.

Inserite l’impasto e fate cuocere in forno statico preriscaldato a 180° per 25-30 minuti.

 

 

Quando la torta sarà cotta, socchiudete lo sportello e fate raffreddare completamente.

 

 

Servite con abbondate zucchero a velo.

Note:

  • Utilizzate la carta forno per estrarre facilmente la torta dalla teglia senza romperla. Se non volete sformarla, ma servirla direttamente nella tortiera, utilizzatene una in ceramica che possa andare anche in tavola e imburratela e spolverizzatela di cacao, invece che con la farina come si fa normalmente.
  • È normale che la torta tenerina abbia, a fine cottura, uno strato croccante e, in alcuni pezzi, leggermente staccato del resto della torta. Così come è normale che si sgonfi un po’. È così che deve essere.

Potrebbe interessarti anche....

Hai provato questa ricetta? Fotografa il tuo piatto e inseriscilo nei commenti, la tua foto apparirà anche nella pagina delle foto dei lettori!

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

Comment *






Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.