Print Friendly, PDF & Email

Ultimi scampoli di sole estivo…

Però ancora possiamo barare e preparare piatti freschi…

E se poi avete avanzi di pane e avete già fatto il crumble alle erbe, beh, allora questa ricetta fa per voi!

Panzanella^

Ingredienti: (per 4 persone)

  • 4/5 fette rafferme di pane toscano senza sale
  • Una decina di pomodorini
  • ½ cipolla rossa
  • Basilico
  • Aceto di vino bianco
  • Sale e pepe
  • olio extra vergine di oliva

Procedimento:

Fate tostare le fette di pane raffermo in un tostapane. Questo passaggio non è necessario, ma a me piace il colore dorato che il pane assume.

Mettete in una ciotola acqua e qualche cucchiaio di aceto (dipende dal vostro gusto) e aggiungete il pane. Fatelo imbibire un po’ e, quando si è ammorbidito, tagliatelo a pezzi.

IMG_4823

IMG_4824

 

Fate ammollare ancora un po’ e poi scolate il tutto e strizzate molto, molto bene con le mani. Sbriciolatelo in una ciotola e mettete da parte.

IMG_4825

IMG_4827

 

Lavate, asciugate e tagliate a pezzetti i pomodorini.

Sbucciate e lavate la cipolla rossa, poi tagliatela a velo. Se volete smorzarne un po’ il sapore forte tenete le fette a bagno per una mezz’ora.

Aggiungete nella ciotola le fette di cipolla (eventualmente scolate e asciugate) e i pomodorini, che lascerete ammonticchiati sopra al pane. Poi salateli. In questo modo i pomodori perderanno la loro acqua di vegetazione, che DEVE andare a condire il pane.

Passata una mezz’ora, mescolate bene il composto, regolate di sale e pepe e condite con olio extra vergine. Qui ci vuole proprio l’olio buono buono! Aggiungete anche le foglie di basilico spezzettate a mano e mescolate ancora.

Mettete in frigo per una mezz’ora e tiratela fuori un po’ prima per farla intiepidire.

NOTA:

  • la ricetta originale prevede il pane “sciocco” toscano, ma credo che nessuno di noi abbia un giudice toscano a casa, pronto a punirci se utilizziamo altro pane casareccio! A parte chi è toscano, ma sicuramente loro non hanno bisogno della mia ricetta…
  • I toscani, di solito, non mettono a bagno la cipolla per smorzarne il sapore, ma voi fate come preferite! Io non lo faccio…
  • Io, a volte, tengo le fette rimaste dai pasti, in una busta di carta e le faccio seccare. Quando ne ho messe da parte un po’, faccio la panzanella. Riciclo perfetto!
  • La panzanella può essere arricchita con sedano, cetrioli, olive nere… Certo, non possiamo più chiamarla Panzanella, però è buona lo stesso. Un toscano mi ha detto che, con l’aggiunta di tonno sott’olio, si chiama “panzanella della siora padrona”.

IMG_4829

Potrebbe interessarti anche....

Hai provato questa ricetta? Fotografa il tuo piatto e inseriscilo nei commenti, la tua foto apparirà anche nella pagina delle foto dei lettori!

4 Comments on Panzanella

  1. Esther
    16 Settembre 2015 at 7:05 pm (4 anni ago)

    Questa la farò prestissimo perché ho sempre del pane secco e mi dispiace gettarlo via… Mi piacerà anche con il tonno della signora ..

    Rispondi
    • Raffaffy
      17 Settembre 2015 at 8:37 am (4 anni ago)

      Se rubi il tonno della signora, però a lei piacerà meno! :))))

      Rispondi
  2. valeria Spizzichino
    16 Settembre 2015 at 7:43 pm (4 anni ago)

    Però…questa siora padrona l’è proprio una signora!

    Rispondi
    • Raffaffy
      17 Settembre 2015 at 8:35 am (4 anni ago)

      Anche di gusti buoni, direi…

      Rispondi

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

Comment *






Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.