1.1k{icon} {views}
Print Friendly, PDF & Email

Che sia per il picnic fuori porta per Pasquetta o per la colazione di Pasqua, è tradizione, almeno qui, abbinare questa pizza salata al formaggio con il salame.

Che deve essere rigorosamente la corallina!

E abbiamo detto colazione, eh? Non pranzo! No, no, no, no!

Perché per il pranzo abbiamo altre golosità che ci aspettano.

Questa è un po’ un’apripista, una cosina per preparare lo stomaco, una cosuccia per svegliarci bene…

Insomma un massacro!

Pasqua fa parte, come del resto è ovvio, di quelle giornate che il fegato ricorderà per diversi mesi.

Va a braccetto con il Natale e il Ferragosto.

In pratica l’anno si divide in “abbuffate” e il resto dei giorni che servono per smaltirle…

O, almeno, per pensare di farlo…

Ovvio che noi non siamo da meno…

Ma almeno avremo la soddisfazione di prepararla con le nostre mani e ci sentiremo meno in colpa perché potremo trincerarci dietro la frase: è fatta con ingredienti sani!

In ogni caso la tradizione è tradizione.

E, quindi, bisogna assolutamente rispettarla!

pizza di pasqua al formaggio

Ingredienti: (per 1 stampo di circa 18 cm di diametro e 20 di altezza)

  • 3 uova
  • 400 g di farina 00
  • 70 g di parmigiano grattugiato
  • 70 g di pecorino grattugiato
  • 150 g di formaggio a dadini (ad esempio caciotta, pecorino, asiago…)
  • 1 bustina di lievito di birra granulare
  • 4 cucchiai di olio
  • Una noce di burro
  • Sale, pepe e noce moscata
  • 1 cucchiaino di zucchero
  • Acqua q.b. (circa ½ bicchiere)
  • Latte o uovo per dorare la superficie

Procedimento:

Prima lievitazione (lievitino):

Formare una pastella morbida con il lievito, un cucchiaio di farina presa da totale, lo zucchero e poca acqua e fate lievitare finché non avrà formato delle belle bolle. Ci vorrà circa una mezz’ora.

IMG_6237

IMG_6240

Seconda lievitazione:

Unire tutti gli ingredienti nella planetaria munita di gancio e aggiungere anche il lievitino.

IMG_6242

Impastare finché il composto non sia ben incordato sul gancio e ben amalgamato.

IMG_6358

Coprire la ciotola con della pellicola e mettere a lievitare in forno spento, ma con la luce accesa, o in un luogo tiepido, per circa 2 ore.

Terza lievitazione:

Riprendere il composto, che deve essere almeno raddoppiato, sgonfiarlo e impastarlo brevemente.

IMG_6361

Inserire l’impasto nello stampo imburrato, coprendolo con della pellicola.

IMG_6362

Fate lievitare ancora per circa 2 ore, o finché l’impasto non sia arrivato al bordo del recipiente.

IMG_6365

Cottura:

Spennellare delicatamente la superficie della pizza di Pasqua con latte o tuorlo d’uovo e far cuocere in forno statico già riscaldato a 180° per circa 30 minuti (fate sempre la prova stecchino).

Togliete dallo stampo e fate raffreddare.

Note:

  • Nella terza lievitazione abbiate cura di togliere la pellicola dallo stampo dopo un’oretta di lievitazione. Questo per evitare che si appiccichi alla superficie della pizza e la possa sgonfiare quando la si toglie.
  • Potete personalizzare l’impasto con i vostri formaggi preferiti, mantenendone invariate le proporzioni.
  • Potete cuocere la pizza e surgelarla. Vi basterà farla scongelare e poi scaldare un po’ in forno o in microonde.
  • Come stampo ho utilizzato una pentola antiaderente (di quelle alte per la cottura della pasta) a cui ho tolto i manici per poterla mettere in forno.

Potrebbe interessarti anche

[yuzo_related]

Hai provato questa ricetta? Fotografa il tuo piatto e inseriscilo nei commenti, la tua foto apparirà anche nella pagina delle foto dei lettori!

4 Comments on Pizza di Pasqua al formaggio

  1. eleonora raimondi
    6 Marzo 2016 at 3:46 pm (4 anni ago)

    Come già detto ho provato diverse volte la cucina di Raffa, buona, ricercata, curata nei dettagli perché Raffa ci mette amore, passione, gusto……e la pizza di Pasqua l ho trovata squisita….delicata, gustosa,
    …e saporitissima……ne ho mangiate tante di queste pizze.. Ma pur essendo buone mi lasciavano in bocca un retrogusto poco convincente e soprattutto risultavano un po pesanti….La pizza di Raffa no, è leggera, soffice, e digeribilissima….tanto digeribile che appena mangiata una, ne vorresti un’ altra! Provare per credere!

    Rispondi
    • Raffaffy
      6 Marzo 2016 at 3:55 pm (4 anni ago)

      Beh, con una presentazione così, non c’è proprio altro da aggiungere! Ti ringrazio davvero tanto! ❤

      Rispondi
  2. eleonora raimondi
    13 Marzo 2016 at 9:19 am (4 anni ago)

    La pizza al formaggio di Raffa già l ho scritto è favolosa….l altro giorno ne ho comprata una al supermercato per offrirla alle amiche per uno dei nostri bellissimi aperitivi, non l avessi mai fatto! Terribile…dura, stopposa, fredda, pesante…..impossibile da digerire specie dopo aver provato quella di Raffa…..il mio consiglio, seguite la sua ricetta e provate a farla voi, oppure comprate un’ altra cosa! Datemi retta!

    Rispondi
    • Raffaffy
      13 Marzo 2016 at 9:25 am (4 anni ago)

      Sei la mia fan più affezionata! E nemmeno ti pago!!! Ahahah Grazie!!!

      Rispondi

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

Comment *






Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.