Print Friendly, PDF & Email

Questo procedimento arriva direttamente dalla Germania, dove imperversa sui blog da qualche anno. Questa tecnica di cottura, e la successiva conservazione, preserva e mantiene perfettamente la morbidezza dell’impasto. È estremamente versatile (potrete usarlo per qualunque composto con lievito), ed è molto pratico da tenere in dispensa per voglie improvvise (e contenute, pena dimezzare le scorte!), ospiti inattesi o regali dell’ultima ora.

E poi vogliamo dire di quanto sono carini i barattoli pronti, in fila come soldatini?

torta di mele sottovuoto

Ingredienti: (per circa 5 vasetti da 250 ml)

  • 100 g di fecola
  • 100 g di farina 00
  • 100 g di zucchero
  • 2 uova
  • 80 g di burro fuso
  • ½ bustina di lievito
  • 1 mela
  • 2 cucchiai di uvetta
  • 1 cucchiaio di noci o pinoli
  • Cannella
  • Zenzero
  • Buccia d’arancia
  • 1 cucchiaio di zucchero di canna
  • 1 pizzico di sale

Occorrente:

  • Vasetti in vetro con chiusura ermetica e tappi a vite

Procedimento:

Sterilizzate dei vasetti di vetro per una mezz’ora in acqua bollente o in lavastoviglie e fateli asciugare.

Mettete a bagno in acqua tiepida l’uvetta.

Lavate e sbucciate la mela. Tagliatela a cubetti piccoli e mettetela in una ciotola con la cannella, i pinoli (o le noci), lo zenzero grattugiato e la buccia d’arancia. Poi strizzate l’uvetta e aggiungetela alla mela.

IMG_5896

A parte montate l’uovo con lo zucchero, finché non sarà chiaro e spumoso.

IMG_5897

Aggiungete il burro fuso e freddo, la farina, la fecola, il lievito, un pizzico di sale e mescolate bene.

Aggiungete anche il composto di mele, amalgamandolo in modo uniforme all’impasto.

Ungetele l’interno dei barattoli con del burro fuso usando un pennello da cucina.

IMG_5898

Inserite l’impasto senza superare la metà del barattolo.

IMG_5899

IMG_5900

 

Spolverizzate la superficie con lo zucchero di canna, che formerà una gustosa crosticina.

Cuocete in forno statico preriscaldato a 180° per 30 minuti. Fate comunque la prova stecchino.

Tirate fuori dal forno i barattoli e chiudeteli immediatamente con il coperchio. Se saranno chiusi ancora bollenti, quando si fredderanno, formeranno il sottovuoto.

Note:

  • I vasetti che ho usato sono della capacità di 250 ml e sono adatti per 1 porzione abbondante o 2 normali. Potete usarne di più grandi, ma dovrete aumentare il tempo di cottura e, comunque, vale sempre la prova stecchino. L’importante è non cuocere troppo la torta per non perdere la sua naturale morbidezza.
  • Se voleste utilizzare dei vasi più piccoli potreste mettere al loro interno, dei pirottini da muffin in cui adagiare il composto. In quel caso sarebbero delle splendide monoporzioni.
  • Se trovate dei vasetti completamente svasati (in Germania si usano i Weck) potete sformare la vostra torta. Altrimenti la si può gustare direttamente dal barattolo. Molto trendy!
  • Meglio non utilizzare la farina per cospargere l’interno del barattolo. Sarebbe brutta da vedere e, con l’umidità della torta, si formerebbe una sgradevole pappa.
  • Potete scegliere molti tipi di torte da mettere sottovuoto, dai ciambelloni, alle torte al cacao, dai muffin alla torta di carote. Resteranno tutte morbide perché il sottovuoto ne preserverà l’umidità.
  • Attenzione a non sporcare i bordi del vasetto quando lo riempite con l’impasto. Nel caso pulitelo accuratamente. Se lo avete, meglio sarebbe utilizzare un imbuto per marmellate!
  • I siti tedeschi parlano di una durata del dolce di 3 mesi. Io non mi azzarderei oltre 1!
  • Quando i barattoli si saranno freddati, verificate il sottovuoto e, se il coperchio fa rumore (click clack!), vorrà dire che non si è formato il vuoto e quindi il dolce non potrà essere conservato a lungo. Perciò, fate subito una bella merenda!

Potrebbe interessarti anche....

Hai provato questa ricetta? Fotografa il tuo piatto e inseriscilo nei commenti, la tua foto apparirà anche nella pagina delle foto dei lettori!

3 Comments on Torta di mele… sottovuoto!

  1. Teresa
    4 Gennaio 2016 at 6:52 pm (4 anni ago)

    Ma che idea incredibile!!
    Non vedo l’ora di provarla, peccato averla letta dopo Natale, ma me la stampo e la salvo per la prossima occasione 🙂

    Rispondi
  2. adriana di nunzio
    23 Novembre 2016 at 5:09 pm (3 anni ago)

    Non resistevo dalla voglia di provare la torta di mele in barattolo
    e l ho fatto..idea fantastica…la assaggeremo nel we alle terme…

    Rispondi
    • Raffaffy
      23 Novembre 2016 at 5:12 pm (3 anni ago)

      Adriana, ciao!!! Sei stata bravissima! Il connubio torta e terme è davvero invidiabile!! Aspetto di sapere se ti è piaciuta… un abbraccio e grazie della foto.

      Rispondi

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

Comment *






Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.