Print Friendly, PDF & Email

Il lemon curd è una crema inglese, dall’intenso sapore di limone, che di solito viene servita con gli scones, i toast o i muffin. Viene utilizzata anche come ripieno per crostate di frolla, ad esempio la Lemon Meringue Pie, che poi viene ricoperta di meringa all’italiana.

La versione classica prevede come ingrediente caratterizzante il limone, che potete sostituire con la stessa quantità di arancia, lime o mandarino. E, perché no, anche con i lamponi o le fragole!

La ricetta originale non prevede la piccolissima aggiunta di amido prevista, che però aiuta la crema a non impazzire e ne facilita l’ispessimento. Se vi sentite abbastanza coraggiosi e sicuri di voi, omettetelo pure!

Personalmente adoro il sapore fresco e pungente di questa crema e sono sicura che l’amerete anche voi…

 

 

Ingredienti: (per circa 200 g di lemon curd)

  • 1 uovo intero grande e 1 tuorlo
  • 100 g di zucchero semolato
  • 2 limoni non trattati (succo e buccia)
  • 30 g di burro
  • 10 g di amido di mais (maizena)

Procedimento:

Tagliate a cubetti il burro.

Grattugiate la buccia dei limoni e spremete il succo.

Sciogliete l’amido nel limone.

In una ciotola, che potrà essere usata a bagnomaria, sbattete l’uovo e il tuorlo con lo zucchero, unite il succo e la buccia dei limoni con l’amido. Mescolate, ma senza montare il composto, è sufficiente che sia ben amalgamato.

Ponete la ciotola su una pentola contenente acqua e procedete con la cottura a bagnomaria, mescolando spesso con una frusta o un cucchiaio di legno, e facendo attenzione che l’acqua in ebollizione non entri in contatto con la crema.

Quando la crema velerà il cucchiaio (ci vorranno circa 10-15 minuti), togliete il composto dal fuoco e unite i dadini di burro, mescolando bene per renderlo cremoso.

 

Filtrate subito la crema ancora calda con un colino a maglie strette e fate raffreddare con pellicola alimentare a contatto, in modo che non si formi la fastidiosissima pellicina.

Conservate in frigo per 3 o 4 giorni. Oppure surgelate per circa 1 mese.

Note:

  • Questa crema è adatta per farcire torte, tipo pan di spagna, o crostate di frolla, per riempire bignè, o anche semplicemente spalmata sul pane o sulle fette biscottate.
  • Il burro aggiunto fuori dal fuoco, piuttosto che utilizzato fuso in cottura, contribuisce a rendere più setosa la crema.

Potrebbe interessarti anche....

Hai provato questa ricetta? Fotografa il tuo piatto e inseriscilo nei commenti, la tua foto apparirà anche nella pagina delle foto dei lettori!

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

Comment *