Print Friendly, PDF & Email

La crème brûlée, cioè “crema bruciata” in francese, è un dessert ottenuto da una crema inglese, senza amidi perciò, a base di panna e non di latte, ricoperta da una deliziosa crosticina di zucchero caramellato.

La particolarità di questo cremoso e gustosissimo dolce è la cottura in forno, a bagnomaria e a bassa temperatura.

Allora… a meno che io non abbia da fare nel frattempo qualcosa che mi impegni e mi distragga, la parola “lunga cottura”, mi fa perdere le staffe…

Sapete bene che, si tratti di maionese o di tortelli, di passata di pomodori o di patate al cartoccio cotte alla brace, la parola pazienza non fa parte del mio vocabolario.

Ora, non pensate che io sia una pazza indemoniata…

O meglio, che io sia SEMPRE una pazza indemoniata…

So reagire bene anche a lunghe lievitazioni e cotture più elaborate…

Però, se trovo una ricetta che taglia i normali tempi di cottura da 30-40 minuti a soli 3, con un risultato eccellente, che cosa pensate che faccia?

Sì, sì, sono proprio io quella che sta correndo a prepararla!

 

crème brûlée velocissima... al microonde

 

Ingredienti: (per 4 persone)

  • 375 ml di panna fresca
  • 4 tuorli
  • 50 g di zucchero semolato
  • 1 semi di una bacca di vaniglia o 1 cucchiaino di estratto

Per caramellare:

  • Zucchero di canna (o zucchero bianco)

Occorrente:

  • Ramequins in ceramica o pirex che possano andare in microonde e poi in tavola.

Procedimento:

Fate scaldare la panna, senza che raggiunga il bollore.

IMG_6888

Nel frattempo mescolate i tuorli con lo zucchero. Non è necessario montarli, è sufficiente che siano mescolati.

IMG_6890

Unite la panna, poco per volta, sempre mescolando con una frusta.

Unite anche la vaniglia.

IMG_6892

Dividete il composto nei contenitori in ceramica ed eliminate con un cucchiaino la schiuma in superficie.

Appoggiateli in un piatto, o una teglia, contenente un paio di dita di acqua calda e mettete in forno a microonde, a 750 w, per 3 minuti.

IMG_6893

Fate freddare gli stampini e poi mettetele in frigorifero per qualche ora.

Al momento di servire, distribuite sulla superficie della crema 1 cucchiaio di zucchero di canna (o, se lo preferite, zucchero bianco). Poi, con il cannello, tenuto a circa 10 cm, procedete a formare la crosticina. Servite subito.

IMG_6901

Note:

  • Potete cuocere la crème brûlée anche con un paio di giorni di anticipo, purché la conserviate in frigo, coperta con pellicola. Caramellatela solo poco prima di servire.
  • Se non avete un cannello, potete passare le cocotte per un attimo sotto il grill del forno acceso alla massima potenza. L’importante è che la crema sia ben fredda, altrimenti potrebbe sciogliersi con il calore del forno. Magari tenetela prima per qualche minuto in freezer.
  • Con il mio microonde sono stati sufficienti 3 minuti di cottura. Controllate che la vostra crema non sia liquida, ma che abbia la consistenza di un budino. Nel caso prolungate di 30 secondi la cottura e controllate nuovamente. E, visto che i forni non sono tutti uguali e il vostro potrebbe cuocere più del mio, magari controllatela anche prima dello scadere dei 3 minuti!
  • “Ramequin” non è altro che il nome francese di “pirofila” o “stampino”.
  • La ricetta viene da un sito americano e quindi ho adattato le dosi in più nostrani millilitri e grammi.

Potrebbe interessarti anche....

Hai provato questa ricetta? Fotografa il tuo piatto e inseriscilo nei commenti, la tua foto apparirà anche nella pagina delle foto dei lettori!

2 Comments on Crème brûlée velocissima… al microonde

  1. Lucilla
    29 Maggio 2016 at 3:21 pm (3 anni ago)

    Questa ricetta è meravigliosa!
    Grazie di fatto la dose per 8 persone e all’inizio ero preoccupata perché la crema non sembrava particolarmente solida. Invece dopo il passaggio in frigo era perfetta. Tutti gli ospiti erano estasiati per il gusto.
    Grazie per gli aiuti via mail!

    Rispondi
    • Raffaffy
      29 Maggio 2016 at 5:52 pm (3 anni ago)

      Grazie, Lucilla! Sono contenta che alla fine sia andato tutto bene! Per qualunque consiglio, anche su altre ricette, chiedi pure… a presto!

      Rispondi

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

Comment *






Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.