Print Friendly, PDF & Email

Torta pallone di calcio

Ad ogni compleanno di mio nipote (un pupo di 24 anni 🙂 ), il tema ricorrente è il calcio e in particolare la roma di cui è tifoso sfegatato.

Non poteva quindi mancare una torta a forma di pallone di calcio ma rigorosamente della Roma.

Per realizzare questa forma occorre applicare qualche regola geometrica in quanto il pallone di calcio è formato da 12 pentagoni neri e 20 esagoni bianchi. Sia pentagoni che esagoni devono avere i lati delle stesse dimensioni per poter incastrarsi tra loro. Ma non basta: la grandezza di esagoni e pentagoni dipende dalla circonferenza del pallone.

Fatta questa premessa, occorre da subito decidere dove la torta verrà assemblata in modo da poter fare i calcoli giusti. Io ho utilizzato una ciotola ikea di acciaio di 28 cm di diametro, ma ovviamente va bene qualsiasi dimensione.

Vediamo la formula per calcolare i lati di esagoni e pentagoni:

circonferenza (in cm) * 2 / 30

Quindi nel mio esempio, diametro 28 cm, calcoliamo la circonferenza

28 * 3,142 = 87,97

Se disponiamo di un metro a nastro possiamo anche prendere direttamente la misura della circonferenza della ciotola.

Applichiamo la formula per trovare i lati dei pentagoni e esagoni:

87,97 * 2 /30 = 5.86 cm

che per semplicità arrotonderemo a 5,9 cm.

A questo punto abbiamo il lato delle figure da realizzare che andremo a disegnare su un cartoncino abbastanza rigido in modo da poterlo utilizzare come maschera sulla pasta di zucchero.

Ma come si creano pentagoni e esagoni partendo dal lato?

L’esagono:

Come costruire un esagono

Tracciamo una riga AB della lunghezza del lato dell’esagono che vogliamo ottenere.

Impostiamo il compasso con apertura AB e manteniamo questa stessa apertura per tutto il disegno.

Puntiamo il compasso in A e partendo da B formiamo un arco. Ripetiamo la stessa operazione puntando il compasso in B partendo a segnare da A: otterremo un altro arco che si interseca nel punto O.

Puntiamo il compasso in O e formiamo un cerchio.

Il cerchio interseca i due archi nei punti C e D. Puntiamo il compasso prima in C e facciamo un segno nel punto in cui interseca il cerchio (E), poi facciamo lo stesso partendo dal punto D e segnamo il punto F. A questo punto uniamo i punti ABCDEF e otterremo un esagono regolare.

Il pentagono

Il pentagono è un po’ più complicato da disegnare.

Come costruire un pentagono

 

 

Disegnamo una retta r e segnamo il punto iniziale A e il punto B equivalente al lato del pentagono.

Segnamo la metà tra A e B (o).

Puntiamo il compasso su A con ampiezza B e formiamo un arco (blu), ripetiamo l’operazione partendo da B verso A (giallo).Tracciamo una riga che passa attraverso l’intersecazione dei due archi formati e il punto o.

Tracciamo la perpendicolare sul punto B.

Si punta il compasso in o con apertura al punto 1 e si traccia un arco fino ad intersecare la retta r nel punto 2 (viola).

Si punta il compasso in A con apertura al punto 2 e si traccia un arco fino ad intersecare la perpendicolare o formando i punti C e D (rosso).

Con la stessa apertura di compasso AB si punta in D e si forma il punto E con l’intersecazione dell’arco blu segnato precedentemente.

Si uniscono i punti ABCDE e il pentagono è pronto.

Ora che abbiamo il pentagono e l’esagono della giusta dimensione, passiamo a ritagliare gli esagoni sulla pasta di zucchero bianca e i pentagoni su quella nera semplicemente appoggiando la forma di cartoncino sulla pasta di zucchero stesa e ritagliando con il bisturi il contorno.

Quanti ne servono? dipende da che pallone vogliamo fare, un pallone intero abbiamo detto che è formato da 20 esagoni e 12 pentagoni, ovviamente metà pallone avrà metà figure.

In ogni caso è sempre meglio farne qualcuno in più in modo che se nel montaggio qualcuno dovesse rovinarsi, abbiamo la riserva.

Ora che abbiamo tutto l’occorrente dobbiamo montare la torta vera e proprio.

Foderiamo l’interno della ciotola con la plastica trasparente da cucina e mettiamo sul fondo un primo strato di pan di spagna, bagnamo la base (senza esagerare) e farciamo con della crema a piacere bella soda, la crema al mascarpone ad esempio è perfetta perché molto consistente, magari intervallata da uno strato di crema al cioccolato. Altro strato di pan di spagna, crema e un ultimo strato di pan di spagna a coprire la ciotola. Chiudiamo tutto con altra pellicola e poniamo in frigo tutta la notte per stabilizzare la torta.

Il giorno dopo capovolgiamo la torta su un piatto da portata e stucchiamo bene con morbida crema al burro.

Rimettiamo in frigo 10-15 minuti per far rassodare un po’ la crema al burro.

A questo punto giochiamo con esagoni e pentagoni. Partiamo dall’alto e posizioniamo un pentagono nero in cima al pallone, proseguiamo con 5 esagoni bianchi attaccandoli per bene ai lati del pentagono e tra loro. Sotto questa fila andranno sistemati 5 pentagoni neri, e via dicendo fino ad arrivare alla fine della torta.

Con l’apposito attrezzino facciamo le impunture intorno ad ogni esagono e pentagono.

Sotto potete terminare con una sciarpa della squadra del cuore come ho fatto io 🙂

(abbiate pietà di me….ancora ero molto imprecisa con la pasta di zucchero e la riuscita non è stata proprio perfetta)

PS se i calcoli vi sono stati utili, o se c’è qualche imprecisione….lasciatemi un messagino qui sotto eh 😉

Torta pallone di calcio

 

[yuzo_related]

Hai provato questa ricetta? Fotografa il tuo piatto e inseriscilo nei commenti, la tua foto apparirà anche nella pagina delle foto dei lettori!

4 Comments on Torta pallone di calcio

  1. laura
    19 Gennaio 2016 at 7:48 pm (4 anni ago)

    Complimenti, con i vostri calcoli è venuto perfetto

    Rispondi
    • Stefiza
      20 Gennaio 2016 at 9:59 am (4 anni ago)

      Un lavoro perfetto!!! bravissima!
      e grazie…malgrado le tantissime visite per questo articolo, sei la prima a lasciare un commento 🙂

      Rispondi
  2. laura
    20 Gennaio 2016 at 10:10 am (4 anni ago)

    Non potevo non farlo, ci ho provato 3 volte senza calcoli… con il vostro sistema ci ho messo un attimo

    Rispondi
    • Stefiza
      22 Gennaio 2016 at 11:30 am (4 anni ago)

      bene! sono contenta che ti sia stato di aiuto 🙂

      Rispondi

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

Comment *






Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.